Il Servizio Sociale Comunale rappresenta il punto d’accesso dei cittadini per qualsiasi esigenza di carattere sociale. Esso svolge una funzione di ascolto nonché di aiuto e sostegno all’individuo e alla comunità attraverso l’individuazione di risposte atte a prevenire/ridurre le situazioni di bisogno e di disagio sociale.

L’intervento del Servizio Sociale prevede un percorso di aiuto che ha come obiettivo quello di farsi carico del singolo individuo, dei gruppi, della comunità al fine di risolvere/ridurre ciò che per loro rappresenta un problema. Tutto ciò proponendo soluzioni adeguate attraverso l’utilizzo di risorse disponibili, pubbliche e private, nell’ottica di mantenere e favorire l’autonomia delle persone, sostenendo la domiciliarità, e svolgendo una funzione di tutela verso i soggetti con situazioni complesse.

Tale processo trova una sua collocazione operando in modo integrato con altri soggetti pubblici e non quali terzo settore, associazioni di volontariato, famiglie, etc.
Per accedere ai servizi, ci si deve rivolgere (anche tramite un familiare o un conoscente) alle Uffici Territoriali Sociali. Ciascun cittadino potrà individuare la sua UTS di riferimento secondo la residenza anagrafica; il territorio comunale è suddiviso in 4 zone, corrispondenti ai 4 Uffici Territoriali Sociali, coincidenti con i Distretti Sanitari.

La presa in carico da parte del servizio sociale avviene per target specifici: minori, adulti, anziani, disabili. Gli assistenti sociali sono quindi suddivisi per area tematica e per territorio.

Ciascun cittadino potrà quindi individuare la sua UTS di riferimento secondo la residenza anagrafica e non di fatto, attraverso l’indicazione di seguito riportata:

Il cittadino che si rivolge per la prima volta al servizio sociale potrà essere ricevuto in tempo reale presso lo sportello dell’accesso presente in ogni UTS, dove potrà contare su un’accoglienza professionale attraverso un’informazione semplice ed esauriente, che cercherà di facilitare i percorsi di risposta ai bisogni delle persone e favorire la più ampia rapidità di soluzione della richiesta nonché garantire informazioni e orientamento sui servizi dell’ambito, sui diritti dei cittadini e sulle risorse pubbliche e del privato sociale attive sul territorio.

È competenza dello sportello farsi carico anche delle situazioni urgenti non differibili.

Il servizio sociale comunale unitamente agli operatori dell’Azienda Servizi Sanitari gestisce il Punto unico integrato per gli anziani che è situato o presso gli Uffici Territoriali oppure presso i Distretti Sanitari. Tale risorsa intende garantire in ogni UTS/distretto un luogo di accoglienza, di informazione e prima valutazione del bisogno per la popolazione anziana, e rappresenta il punto di avvìo del percorso della presa in carico integrata per le persone anziane non autosufficienti. Ciò consente una visione globale e unitaria del problema nonché intende facilitare l’accesso alle risorse della rete dei servizi. Le persone possono rivolgersi presso i PUNTI UNICI INTEGRATIPER GLI ANZIANI

>> Qual’è la tua UTS di riferimento?

Direzione ad interim

dott. Mauro SILLA
040 6754616
mauro.silla@comune.trieste.it
via Mazzini 25
piano III stanza 311

Responsabile di P.O. – Gestione Attività Amministrativa

Dott. Marco Lombardo
marco.lombardo@comune.trieste.it
tel.  040 6754607
via Mazzini 25 - piano I stanza 113

 

UTS 1 –   Uffici Territoriali 1 e 3

Responsabile di P.O. -  ADULTI
Stefano Chicco

tel 0406780713
stefano.chicco@comune.trieste.it

Responsabile di P. O. - MINORI
Paolo Taverna
paolo.taverna@comune.trieste.it
tel 040 6780717

Responsabile di P.O. - NON AUTOSUFFICIENZA
Stefano Ferroli
stefano.ferroli@comune.trieste.it
tel 0404194519

UTS 2 – Uffici Territoriali 2 e 4

Responsabile di P.O. – ADULTI
Laura Perrone
laura.perrone@comune.trieste.it
tel 040 6758625

Responsabile di P.O. – MINORI
Alessandra Zorzetto
tel 0403995867
alessandra.zorzetto@comune.trieste.it

Responsabile di P.O. - NON AUTOSUFFICIENZA
Anna Galopin
anna.galopin@comune.trieste.it
tel 040 6758627