Direzione ad interim

dott. Mauro SILLA
040 6754616
mauro.silla@comune.trieste.it
via Mazzini 25
piano III stanza 311

Responsabile di Posizione Organizzativa Minori UTS 1
dott. Paolo Taverna
paolo.taverna@comune.trieste.it

Sede Unità Territoriale Sociale N°3
VIA G.PASCOLI, 35/1

Responsabile di Posizione Organizzativa Minori UTS 2
dott.ssa Alessandra Zorzetto
alessandra.zorzetto@comune.trieste.it
Sede Unità Territoriale Sociale N° 4
VIA VALMAURA, 59

Responsabile di P.O. – Gestione Attività Amministrativa
dott. Marco Lombardo
tel.   040 6754607
marco.lombardo@comune.trieste.it

via Mazzini 25
piano I stanza 113

 

Unità Minori

La legge regionale e nazionale assegna all’Ente locale la tutela dei bambini e dei ragazzi da 0 a 18 anni.
Nella nostra città tale funzione viene sviluppata attraverso una serie di servizi atti ad aiutare le famiglie con figli, che vivono in situazione di difficoltà, sia per problemi economici che di relazione genitoriale. Nei casi più rilevanti, quando cioè i problemi sociali, psicologici o educativi assumono carattere tale da poter pregiudicare la crescita sana ed equilibrata dei minori, i servizi intervengono in sostituzione della famiglia, e possono disporre l’allontanamento dei bambini e dei ragazzi dal nucleo d’origine per vivere, per un periodo, in un’altra famiglia oppure in comunità di tipo familiare.
Vi sono inoltre servizi per l’accoglienza di minori stranieri non accompagnati dai genitori o da figure adulte di riferimento legale.

Le competenze del Comune possono essere articolate nelle seguenti macrocategorie:

Area assistenziale

  • interventi economici
  • interventi di servizio sociale professionale
  • interventi educativi

Area civile e amministrativa

  • relazioni, attività di diagnosi sociale e valutazione per opportune segnalazioni alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni e per il Tribunale per i Minorenni
  • interventi legati alla limitazione o alla decadenza della potestà genitoriale
  • affidi e tutele all’Ente
  • interventi su maltrattamenti e/o abusi sessuali
  • interventi rieducativi riguardanti minori con problemi di disadattamento e di devianza non compresi dal circuito penale

Area penale

  • collaborazione coni servizi che si occupano di minorenni che commettono reati.