Il problema del “Dopo di noi”, ossia delle prospettive future per un’assistenza adeguata alle persone con disabilità quando rimangono prive del sostegno della propria rete familiare, ha assunto negli ultimi anni una particolare intensità, in relazione sia all’allungamento delle prospettive di vita, sia all’incremento costante del numero di tali persone. Accanto a tale problematica si pone quella che si potrebbe definire del “Durante noi” e che concerne le persone disabili la cui famiglia – pur presente – non sia in grado, per svariate ragioni, di far fronte efficacemente a tutte le attività di cui la persona necessita (e che variano in relazione alla problematica di cui essa è portatrice).
Per tali ragioni, il Comune di Trieste promuove l’istituzione della Fondazione di partecipazione “Durante e dopo di noi”, un soggetto privato/pubblico avente come scopo la presa in carico di situazioni relative ad entrambe le casistiche sopra descritte.

La fondazione “Durante e dopo di noi” rappresenta il punto di arrivo di un progetto di innovazione del sistema dei servizi in favore delle persone con disabilità, volto ad aumentare l’appropriatezza, la qualità e l’equità dei servizi residenziali, semiresidenziali e delle soluzioni abitative protette.
Il percorso istruttorio è iniziato nel 2015, con l’approvazione di un protocollo d’intesa con  l’ASP Itis e la Fondazione Filantropica Ananian per avviare una collaborazione strutturata per la predisposizione delle bozze dell’atto costitutivo e dello statuto del nuovo soggetto, che sono state poi sottoposte all’esame delle associazioni di familiari di persone con disabilità presenti all’interno del Piano di zona e dell’Istituto Regionale Rittmeyer per i Ciechi.

Dall’iter di verifica e ricerca è emersa l’opportunità della costituzione di una fondazione di natura privatistica, come ente agile, dotato di maggior celerità operativa, con capitale sociale e componenti del consiglio di amministrazione in maggioranza privati.

A tal fine, è stata indetta una procedura pubblica per la raccolta di manifestazioni di interesse, volta a individuare ulteriori soggetti fondatori disponibili a investire risorse finanziarie nel progetto condiviso con il Comune di Trieste.
In allegato, il bando (la cui scadenza, con Determinazione n. 35/2017, è stata prorogata al 31.12.2017) e il modulo di adesione.

In base all’esito della predetta procedura e delle adesioni pervenute – e della conseguente analisi economico/finanziaria che sarà predisposta dagli uffici competenti – saranno elaborati gli atti definitivi da sottoporre al Consiglio Comunale.

  • bozza statuto [pdf]
  • bozza atto costitutivo [pdf]
  • avviso pubblico e modulo di adesione [pdf]