Informazioni di aggiornamento sull’erogazione delle misure di sostegno al reddito:
Misura regionale MIA (D. P. Reg. FVG 216/Pres del 15/10/2015) e Misura nazionale di Sostegno all’Inclusione Attiva (SIA)

Il Comune di Trieste – Assessorato ai Servizi e alle Politiche Sociali – ritiene utile fornire alcuni aggiornamenti sull’erogazione delle misure di sostegno al reddito, nell’attuale fase di transizione dovuta all’introduzione, nel settembre 2016, della nuova Misura nazionale di Sostegno all’Inclusione Attiva (SIA), con conseguente modifica del Regolamento regionale relativo all’erogazione della MIA, al fine di renderlo omogeneo ai contenuti della misura nazionale.
La novità di maggiore impatto per l’utenza riguarda il patto di inclusione, che, in base alle nuove regole, è condizione vincolante per l’assegnazione del beneficio.
Per agevolare i richiedenti ed evitare una eccessiva dilatazione dei tempi di erogazione a causa di tale adempimento – considerata anche la obbligatoria sospensione del contributo per due mesi alla scadenza della prima annualità – gli uffici competenti del Comune di Trieste si sono adoperati per riuscire a convocare tutti i beneficiari per la firma del nuovo patto e per poter dare avvìo all’erogazione dei contributi.

Grazie all’impegno intensivo degli sportelli comunali, in questi giorni sono state avviate le liquidazioni per le seguenti casistiche di utenza:

  1.  Utenti della MIA regionale che hanno presentato domanda dal 1°gennaio 2016 al 31 dicembre 2016 (circa 2000).
  2.  Utenti la cui MIA scadeva ad ottobre 2016 (circa 900), che hanno fatto la pausa di 2 mesi (novembre – dicembre 2016) e che hanno presentato domanda di rinnovo, con obbligo di sottoscrizione del nuovo patto di inclusione. Molti di questi hanno già provveduto alla firma, altri hanno concordato l’appuntamento. In ogni caso, vista l’obbligatorietà dell’adempimento, tutti coloro che hanno presentato la domanda, e che non abbiano ancora firmato il nuovo patto, sono invitati a prendere contatto al più presto con il Servizio Sociale (presso le UTS) per concordare un appuntamento con l’assistente sociale. Se, per problemi di saturazione degli appuntamenti, dovessero averlo ai primi di marzo, la decorrenza del contributo sarà comunque riconosciuta dal primo bimestre 2017.

Gli utenti verranno avvertiti individualmente, tramite un SMS, della disponibilità degli importi presso gli sportelli bancari.

Per quanto riguarda le domande di SIA (presentate dal 2 settembre 2016) si deve attendere la comunicazione da parte dell’INPS, che verrà inviata tramite SMS. La SIA sarà caricata su una Carta Acquisti, inviata a casa da Poste Italiane.

Si ricorda agli utenti beneficiari di MIA di cui al punto 1) che gli importi potrebbero essere variati, in particolare:

  •   a coloro che hanno percepito una quota delle misura nazionale (SIA) in anticipo a novembre/dicembre 2016, tale importo sarà detratto nei prossimi bimestri;
  •   a coloro che hanno presentato domanda dal 2 settembre 2016, gli importi 2017 potrebbero variare a seguito delle deduzioni previste dal nuovo Regolamento regionale per chi ha beneficiato di carta acquisti regionale o nazionale, bonus bebè e contributo nuclei numerosi.

Si ricorda infine a tutti i richiedenti che è necessario presentare l’ISEE 2017 entro il mese di marzo.

Per quanto riguarda gli utenti che hanno fatto domanda di MIA a gennaio e febbraio 2017, le liquidazioni inizieranno alla fine di aprile 2017.

Dati numerici sull’entità della misura (dal 22.10.2015 ad oggi):

  • Domande presentate 7.350
  • Concesse (in erogazione) 3.900
  • Rifiutate/chiuse 1.450
  • In fase istruttoria 2.000