Orientamenti per costruire corresponsabilità

13 marzo 2014
MIB Sala Generali – Largo Caduti di Nassirya, 1

IL SENSO DI UN PERCORSO, LE RAGIONI DI UN CONVEGNO

Alla luce delle complessità e criticità che caratterizzano oggi l’infanzia e l’adolescenza e della difficoltà di elaborare cornici culturali e politiche efficaci per sostenere il benessere delle giovani generazioni il Comune di Trieste ha promosso un percorso partecipativo, coinvolgendo venti rappresentanti di istituzioni pubbliche, del privato-sociale e delle famiglie del territorio cittadino, per immaginare nuove prospettive per l’impegno a favore di bambini e adolescenti.
Il convegno conclude la prima parte di questo percorso, allargando la riflessione alla cittadinanza e agli operatori dei servizi educativi, sociali e sanitari, per condividere il ragionamento sulle prospettive organizzative, strategiche e politiche più efficaci per promuovere integrazione ed efficacia degli interventi a favore dei giovani e delle loro famiglie.

>> Scarica il Documento di Sintesi [pdf]

Programma
8.45-9.15 Accoglienza e registrazione partecipanti
9.15-9.30 Paolo Taverna (coordinatore di servizi educativi territoriali e/o comunitari) Introduzione – Scenari plausibili per un discorso educativo
9.30-10.00 Franco Santamaria (docente a contratto di Pedagogia della marginalità e devianza minorile, Università di Trieste, Dipartimento di Scienze Umanistiche)
Un percorso di connessioni fra realtà pubbliche e private
10.00-11.00 Paola Milani (docente di Pedagogia generale e sociale e Pedagogia della famiglia, Università di Padova)

Dove sono i nostri bambini e i nostri ragazzi? Politiche per l’infanzia e l’adolescenza oggi [.pdf]

11.00-11.20 Coffee break
11.20-11.40 Laura Famulari (assessore alle Politiche sociali, interventi e servizi a favore delle persone con disabilità)
Le politiche sociali per l’infanzia e l’adolescenza
11.40-12.00 Antonella Grim (assessore all’Educazione, scuola, università e ricerca)
Le politiche educative per l’infanzia e l’adolescenza
12.00-12.45 Dibattito
12.45-13.00 Licia Barbetta (responsabile Unità minori)

Antonella Brecel (responsabile Progetti 6/25 Ricreatori e Poli di aggregazione giovanile)
Conclusioni: auspici metodologici e organizzativi per i servizi educativi e sociali