Vivere con l’Alzheimer: è possibile costruire una comunità amica delle persone con demenza?

Il “Piano nazionale demenze – Strategie per la promozione ed il miglioramento della qualità e dell’appropriatezza degli interventi assistenziali nel settore delle demenze” approvato con accordo del 30 ottobre 2014 dalla Conferenza Stato-Regioni, fornisce indicazioni strategiche per la promozione e il miglioramento degli interventi nel settore, non soltanto con riferimento agli aspetti terapeutici specialistici, ma anche al sostegno e all’accompagnamento del malato e dei familiari lungo tutto il percorso di cura.
La “Dementia friendly community”- Comunità amica delle persone con demenza, poggia su un obiettivo coerente con le indicazioni strategiche del Piano: avere un alto livello di consapevolezza pubblica della demenza e di ciò che comporta ed essere in grado di offrire supporto e comprensione alle persone che ne soffrono e a coloro che se ne prendono cura. “Lo scopo è quello di far sì che le persone si sentano sempre parte della comunità in cui vivono e possano parteciparvi attivamente – spiega Gabriella Salvini Porro presidente di “Alzheimer Italia”. La comunità amica si adopera per preservare l’indipendenza e il vivere attivo dei malati e dei loro familiari, coinvolgendoli per identificare gli aspetti della quotidianità da conservare e quelli da migliorare, le difficoltà che incontrano nel vivere gli spazi pubblici, favorirne il benessere”.
In Italia esistono già alcune interessanti esperienze, tra cui quella “pilota” di Abbiategrasso, alle porte di Milano. Nel resto del mondo non mancano esperienze di “Dementia friendly community”, ad esempio il Giappone, dove il Governo, nel 2004, ha lanciato un piano decennale per “Capire la demenza” che ha coinvolto oltre 5,5 milioni di persone e attivato in quasi tutti i governi locali programmi di “Dementia Friendly Communities”.
Nel Regno Unito nel 2012 il Governo ha lanciato la “sfida alla demenza” promuovendo in molte comunità sia le “Dementia friendly communities”, sia progetti di “Dementia Friends” (Amici delle persone con demenza).
Le iniziative di Giappone e Regno Unito sono state replicate in diversi Paesi quali Australia, Canada, India, Indonesia, Irlanda, Olanda, Scozia e Sri Lanka.
In Italia oltre alle esperienze di Abbiategrasso (Milano), ci sono quelle di Giovinazzo (Bari), Val Pellice (Torino), Conegliano (Treviso), Scanzorosciate e Albino (Bergamo), nonché Tradate (Varese) a cui se ne stanno aggiungendo molte altre. L’evento costituisce un momento di confronto sulle esperienze avviate in Italia e si propone di promuovere anche nella nostra Regione il ruolo da protagonisti delle persone e delle comunità locali in rete con le istituzioni locali, le associazioni e gli esperti.

Scarica il depliant [pdf]