Direzione ad interim

dott. Mauro SILLA
040 6754616
mauro.silla@comune.trieste.it
via Mazzini 25
piano III stanza 311

Responsabile di Posizione Organizzativa Non Autosufficienza UOT 1

dott.  Stefano Ferroli
ferroli@comune.trieste.it
Sede Unità Territoriale Sociale N°1
VIA DEI MODIANO, 2

Responsabile di Posizione Organizzativa Non Autosufficienza UOT 2

dott.ssa  Anna Galopin
galopin@comune.trieste.it
Sede Unità Territoriale Sociale N°2
VIA V.LOCCHI, 27

Responsabile del Coordinamento Attività Amministrative

dott. Marco Lombardo
tel.   040 6754607
lombardo@comune.trieste.it
via Mazzini 25
piano I stanza 113

 

 

I servizi offerti dall’Area Servizi e Politiche sociali del Comune di Trieste, in forma integrata con l’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata Triestina, il privato commerciale e il terzo settore, per favorire la domiciliarità degli anziani sono i seguenti.

PUI – Punti Unici Integrati

Sono sportelli unificati tra Servizio sociale Comunale e Azienda sanitaria per l’accesso sociosanitario in cui vengono fornite informazioni, prima valutazione del bisogno, consulenza sociosanitaria e in cui si effettua l’invio ai servizi di competenza di area sociale, sanitaria o sociosanitaria. Ad essi ci si può rivolgere anche per avere informazioni e per accedere ai servizi ed interventi sotto elencati.

 

  • Servizio di assistenza domiciliare di assistenza e cura della persona (con gestione diretta da parte del Comune): si tratta di interventi socio-assistenziali di sostegno alla domiciliarità, fruibili singolarmente e non. Sono destinati a persone di tutte le età, principalmente anziani e disabili, con problemi di autonomia funzionale, problemi relazionali e di autogoverno. In particolare si tratta di interventi socio-assistenziali e di cura della persona con autonomia residua e rete familiare ridotta e fragile. Ha come obiettivo specifico quello di mantenere le capacità di autonomia residue, favorire il recupero delle funzioni compromesse, evitare l’isolamento della persona. Il servizio viene svolto il lunedì e il mercoledì dalle 8.00 alle 17.00, il martedì-giovedì-venerdì dalle 8.00 alle 14.00.
  • Assistenza Domiciliare Integrata (Servizi domiciliari di assistenza e cura della persona non autosufficiente e non autonoma, pulizia alloggi, pasti a domicilio, manutenzione alloggi ): si tratta di interventi socio-assistenziali di sostegno alla domiciliarità, fruibili singolarmente (tranne le manutenzioni) o in forma integrata. Sono destinati a persone di tutte le età, principalmente anziani e disabili, con problemi di autonomia funzionale, problemi relazionali e di autogoverno. In particolare si tratta di interventi socio-assistenziali e di cura della persona non autonoma, pasti a domicilio, pulizie, manutenzione alloggi, lavori di riparazione degli impianti idraulici ed elettrici; piccole riparazioni di mobili, infissi e piccoli elettrodomestici casalinghi e traslochi. L’obiettivo è di permettere all’anziano la migliore fruibilità delle sua casa. [vai al procedimento]
  • Interventi per degrado abitativo
    Si tratta di interventi di disinfestazione, igienizzazione alloggi e sgombero masserizie rivolti a persone richiedenti l’assistenza domiciliare. L’obiettivo è quello di ripristinare le condizioni igieniche per permettere l’erogazione dei servizi di assistenza domiciliare. [vai al procedimento]
  • PID – Pronto intervento domiciliare Integrato
    Il Pronto Intervento Domiciliare Integrato con i servizi sanitari è un intervento volto a fronteggiare eventi critici non prevedibili che determinano acutamente la scopertura dei bisogni primari, relazionali, sanitari con possibili rischi in termini di repentina perdita di autonomia, crisi della famiglia che assiste, ricovero improprio in ospedale o in casa di riposo. Si concretizza in piani di assistenza domiciliare integrata attivabili entro le 24 ore in caso di emergenza, oppure entro una settimana per prestazioni erogabili 7 giorni su 7 nell’arco diurno, per un periodo temporaneo (da una settimana ad un massimo di tre mesi). Possono essere anche previsti ricoveri temporanei nelle strutture residenziali del Comune (10 posti). [vai al procedimento]
  • FAP – Fondo per l’autonomia possibile
    Il Fondo per l’autonomia possibile è uno strumento a sostegno delle persone non autosufficienti (non solo anziani) che per la loro condizione non possono provvedere alla cura della propria persona e mantenere una normale vita di relazione senza l’aiuto determinante di altri. Rappresenta una risorsa essenziale all’interno della rete dei servizi ad alta integrazione socio sanitaria. Ha come obiettivo specifico quello di mantenere la permanenza a domicilio. Consiste in un contributo economico a sostegno dei progetti personalizzati concordati dalla famiglia con i servizi sociali ed i servizi sanitari. [vai al procedimento]
  • Progetto Home Premium – Contributi ex INPDAP
    28/02/2017 – Pubblicato il Bando pubblico Progetto Home Care Premium assistenza domiciliare per il 2017

    E’ stato pubblicato il Bando Pubblico Progetto Home Care Premium Assistenza Domiciliare per i dipendenti e pensionati pubblici, per i loro coniugi, per parenti e affini di primo grado non autosufficienti.

    L’Home Care Premium prevede il coinvolgimento di Ambiti Territoriali Sociali e/o Enti pubblici, che vogliano prendere in carico i soggetti non autosufficienti residenti nei propri territori. Il programma si concretizza nell’erogazione da parte dell’Istituto di contributi economici mensili, c.d. prestazioni prevalenti, in favore di soggetti non autosufficienti, maggiori d’età o minori, che siano disabili e che si trovino in condizione di non autosufficienza per il rimborso di spese sostenute per l’assunzione di un assistente familiare.

    Requisiti per l’ammissione e modalità operative per la domanda di partecipazione al concorso possono essere consultati alla seguente pagina del sito INPS: Home > Concorsi e Gare > Welfare, assistenza e mutualità > Concorsi Welfare assistenza e mutualità > BANDI NUOVI

    La procedura per l’acquisizione della domanda sarà attiva a decorrere dalle ore 12.00 del giorno 1° marzo 2017 e non oltre le ore 12.00 del giorno 30 marzo 2017.

    ATTENZIONE: Si ricorda che all’atto della presentazione della domanda, deve essere stata presentata la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per la determinazione dell’ISEE sociosanitario riferita al nucleo famigliare di appartenenza del beneficiario ovvero al nucleo famigliare di appartenenza dell’ISEE minorenni con genitori non coniugati tra loro e non conviventi, qualora ne ricorrano le condizioni ai sensi delle vigenti disposizioni.
  • Centri diurni /Centri diurni di aggregazione
    Si tratta di servizi che soddisfano bisogni primari al di fuori dell’ambiente domestico (mensa, igiene personale) e promuovono nel contempo la socialità (attività ludico-ricreative, culturali, laboratori manuali, attività motoria, ecc.. Possono fungere da supporto ed integrazione dei servizi domiciliari. Sono rivolti ad anziani in grado di muoversi autonomamente ed anche ad anziani fragili accompagnati. Hanno come obiettivo quello di favorire l’anziano nella cura di sé e del proprio benessere psico-fisico-relazionale nonché quello di favorire spazi di incontro tra gli anziani e il proprio territorio. Sono previste forme di agevolazione all’accesso mediante il sostegno economico in base a ISEE. [vai al procedimento]
  • Attività di Socialità e di Turismo sociale
    Si tratta di un insieme di programmi, condivisi con le organizzazioni e le istituzioni che in città operano in questo campo, finalizzati a mantenere l’anziano socialmente attivo, fornendogli stimoli intellettuali, culturali e sociali, nonché a favorire l’integrazione tra gli anziani e la città. Tra i programmi particolare rilievo assumono il turismo sociale (comprendente soggiorni estivi marini e montani, gite giornaliere e vacanze in città), pranzi e feste in occasioni particolari, le iniziative di attività motoria, rappresentazioni teatrali e concerti, sostegno alla partecipazione agli eventi culturali e ricreativi cittadini. [vai al procedimento]
  • Progetto Chiama Amalia
    Servizio di monitoraggio delle condizioni psicosociali e sociosanitarie delle persone anziane/fragili, con percorsi di prevenzione sanitaria, promozione del benessere e della salute ed inclusione sociale. Maggiori informazioni su: www.chiamamalia.it
  • Telesoccorso e Teleassistenza
    Servizio della Regione rivolto alle persone anziane o fragili che desiderano essere seguite e protette restando a casa propria. Maggiori informazioni

Tutti i servizi attuati dal Comune di Trieste-Area Servizi e politiche sociali di concerto con con l’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata Triestina, il privato commerciale e il terzo settore, sono sintetizzati nel Piano locale della domiciliarità

Scarica il Piano locale della domiciliarità [pdf]